5 DRITTE PER SCEGLIERE I FIORI PER IL TUO MATRIMONIO

Organizzare un matrimonio non è semplice, non lo è per svariati motivi, uno tra tutti è che devi pensare ad un numero infinito di aspetti, considerare e scegliere cose a cui non hai mai pensato prima. C’è il vestito, i fiori, la location, la lista degli invitati, il catering, la torta…
La quantità di scelte da fare su temi sconosciuti, uniti all’emozione alle aspettative rendono i mesi precedenti una sorta di prova ad ostacoli niente male.

E poi arriva un giorno, solitamente dopo che hai trovato location e il vestito, arriva la domanda: e i fiori? come li scelgo, su quale base? sono una persona da rose, da lavanda, da fiori secchi o da solo verde?
Nessuno lo sa prima di sposarsi perchè non ha, fortunatamente, mai dovuto pensarci.

Ecco quindi qualche dritta per pensare almeno al tema degli allestimenti in modo più leggero:

1 And the winner is…fiori di stagione!

In generale è sempre meglio scegliere fiori di stagione, non solo per una questione economica ma anche perchè qualità e la durata sono migliori. So che non è facile, per chi non è del mestiere sapere quali siano i fiori di stagione e quali no, ma in quel caso chiedi e ti sarà dato.

2 Pinterest e Instagram nelle giuste dosi

Su questi social spesso trovi ambientazioni meravigliose, matrimoni da sogno, allestimenti da favola di cui è facile innamorarsi.
Quello che ti consiglio di fare è: prova ad immaginare le sensazioni che vorreste provare quel giorno insieme alle persone che avete scelto di invitare, le persone a cui volete bene. Immagina i colori, i profumi, i suoni di cui vorreste circondarvi. Puoi partire da un colore che ami, da un fiore preferito (se esiste), ma anche da un’idea o un qualcosa della vostra storia che vi piacerebbe restasse di quella giornata. Ogni matrimonio ha un suo sapore, fatto dalla somma di infiniti fattori, ma soprattutto dalle persone che saranno lì con voi per renderlo speciale.

3 Fil rouge

Se decidi di organizzare il tuo matrimonio senza l’aiuto di una wedding planner dovrai cercare e comunicare direttamente con i vari fornitori (location, catering, fiorista...). Questo potrebbe rendere un po’ più complicato avere un’immagine armonica e complessiva del matrimonio. I fiori sono il fil rouge, creano continuità tra i vari ambienti, gli sposi e gli invitati. Scegli un filo conduttore, un fiore, un colore e prova ad immaginarlo in tutti gli ambienti in cui andrete (chiesa, comune, ristorante, location varie, bouquet, bottoniera...) è uno sforzo che faciliterà la scelta.

4 Ma i fiori dove si mettono?

Io credo che nel 2019 ognuno sia libero di pensare al matrimonio come meglio crede. Non esistono regole precise, non esiste una quantità, un budget fisso da spendere, una serie di cose che si “devono” fare. Ci sono allestimenti con migliaia di fiori, altri che contemplano solo il bouquet, altri ancora che sono una via di mezzo. L’importante è sapere che anche in questo il bello è sentirsi rappresentati dalle scelte che si fanno. L’atmosfera può essere creata da moltissimi fiori così come da dettagli ben progettati e scelti con cura.

5 Come scelgo il fiorista?

Il fiorista è un lavoro creativo e come ogni lavoro creativo dà l’opportunità di esprimere anche (ma non solo) sé stessi.
Quindi quello che ti suggerisco è di scegliere una persona che fa il suo lavoro con passione, ma che allo stesso tempo sia in grado di mettersi nei tuoi panni e tradurre quello che immagini in realtà, tenendo in considerazione il budget che hai a disposizione. È importante che ti piaccia il suo stile e che tu ti senta a tuo agio sin dal primo incontro. Se hai dubbi, aspetti che non ti convincono chiedi finchè non creerete insieme l’allestimento giusto. Più hai le idee chiare, più darà facile vedere realizzato ciò che vorresti, anche se affidarsi a volte è più semplice e rilassante.

Se stai cercando una fiorista, chiedi un preventivo ;)