LA NASA LO DICE DAL 1989 CHE CON LE PIANTE SI VIVE MEGLIO

L’esperimento è stato fatto nel 1989

Analizzando 3 tipi di inquinanti: benzene, trichloroethylene e formaldeide. La fantastica sorpresa è stata scoprire che c’è una lunga lista di piante comuni che riesce naturalmente a far abbassare il livello di queste sostanza rendendo l’aria molto più salubre e un ruolo fondamentale sia da attribuire alla radici e non solo alla parte esterna delle piante.

Dal momento che passiamo gran parte delle nostre giornate chiusi in casa, ufficio o scuola mi sembrava doveroso dirti che le piante non sono solo felici complementi d’arredo o simpatici esseri viventi di cui prendersi cura ma hanno anche il super potere di ripulire l’aria che respiri in casa.

( Se sei ipocondriaco non leggere e salta alla parte successiva!)

Nel 1986 l'organizzazione mondiale della sanità ha parlato per la prima volta di SBS ovvero la Sick Building Syndrome, la sindrome dell’edificio malato.

Mal di testa, stanchezza, vertigini, nausea, allergie, irritazione della pelle e secchezza sono alcuni effetti causati dalla scarsa qualità dell'aria che respiri all’interno degli edifici. 

Ora che ho appesantito un po' la tua giornata, eccoti 3 modi per rendere i luoghi in cui vivi posti migliori:

1) Prima di tutto, ecco il famoso elenco di piante analizzate durante lo studio e le sostanze inquinanti che eliminano in modo naturale, dato che probabilmente non hai tempo di leggerti tutta la ricerca eccoti una semplice infografica fatta da lovethegarden.com

Lista-Piante-NASA.jpg

2) Una fantastica app inventata in Australia che ho appena scoperto, si chiama Plant life Balance

Ha 2 funzioni:

A) valuta quanto l’aria di casa tue è salubre, indicando semplicemente il numero di piante che hai, in relazione alla grandezza dello spazio in cui vivi

B) ti permette di scattare foto e progettare angoli verdi aggiungendo tutte le piante che vuoi

3) Ricordati di areare  spesso gli ambienti e passare più tempo all'aria aperta in mezzo alla natura

Se hai domande, consigli, suggerimenti, sai dove trovarmi: bottegabotanica@gmail.com