COME STANNO LE TUE PIANTE DOPO LE VACANZE?

A meno che, tu non sia tra i fortunati che devono ancora andare in vacanza, direi che questa settimana è la settimana del grande ritorno.
Si rientra a casa, dopo giorni di relax, di divertimento e si riparte con i soliti ritmi di sempre.
Io sono qui per darti di nuovo il benvenuto sul blog e per chiederti come hai trovato le tue piante al ritorno dalle vacanze.
Se hai seguito i miei consigli pre partenza dovrebbero essere ancora vive, magari un po’ sottotono per la solitudine, per la mancanza di luce, acqua o di areazione ma comunque vive.
Se invece la partenza è stata veloce, e tra le mille cose da organizzare, il tuo ultimo pensiero sono state le piante, beh allora eccoti qualche dritta su come ripartire al meglio.

1 Controlla il loro stato di salute

Prenditi qualche minuto per assicurarti che stiano bene, alcune potrebbero sorprenderti per la loro tenacia, per la loro volontà di sopravvivere, altre potrebbero sembrarti morte o in fin di vita, ma prima di fare gesti azzardati respira e dai loro ancora una possibilità. Controlla inoltre che in tua assenza non siano state attaccate da parassiti, se le hai bagnate abbondantemente e poi hai abbassato le tapparelle è possibile che il terreno sia stato troppo a lungo umido e questo facilita il riprodursi di funghi e batteri. 

2 Salva il salvabile

Se le foglie sono afflosciate e il terreno sembra il deserto del Sahara, bagnale, avranno bisogno di tempo per ritornare in forma, ma ci sono buone probabilità di ripresa.
Se le punte delle foglie sono secche potrebbero aver patito il caldo e l’ambiente poco areato, spruzzale generosamente e tienile d’occhio.
Se vedi cose sospette (piccoli animaletti, macchie bianche o brune sulle pagina inferiore delle foglie, micro ragnatele...) quasi sicuramente hanno bisogno di una cura specifica, informati e corri ai ripari.

3 Aspetta a gettare i cadaveri

Se sei stato via a lungo e nessuno si è preso cura di loro, è probabile che abbiano davvero sofferto, alcune probabilmente sono morte mentre tu eri sulla sdraio a prendere il sole.
In ogni caso è meglio attendere qualche giorno prima di gettare le piante che ti sembrano morte. Qualcuna potrebbe sorprenderti e riprendersi lentamente grazie alle tue cure premurose.
In questa fase è importante non esagerare con le cure...non annegarle, non esporle improvvisamente al sole diretto, dai loro il tempo che si meritano, sii delicato, amorevole e paziente. Il tempo ti dirà se ci sono sopravvissuti e come al solito, osserva, osserva, osserva.

4 L’importanza del decluttering

È importante in questa fase di ritorno, fare un po’ di pulizia. Con decluttering intendo eliminazione del superfluo. Foglie secche, gialle, morte, cadute dentro al vaso...togli tutto ciò che va tolto, puoi farlo con le mani o, se è il caso, utilizzando una forbice da giardinaggio. Farlo è importante perchè tutte le parti morte o quasi sono veicolo di infezioni e malattie per la pianta.

5 Riparti con il piede giusto

Ora che hai controllato e verificato lo stato delle tue piante, puoi ripartire. Ricorda che potrebbero aver bisogno di essere concimate prima dell’arrivo dell’autunno, se credi sia il caso, puoi anche rinvasarle, del terriccio nuovo e un vaso più comodo faciliteranno le cose durante il periodo di riposo invernale. Creati una nuova routine e goditi le tue piante in attesa della prossima vacanza.

Intanto, ben tornato!