COME CREARE UN ANGOLO GREEN CON PIANTE VARIEGATE

Pare che il 2019 sia l’anno dell’animalier nella moda, se dovessimo trovare una corrispondenza di quello stille nel mondo vegetale sarebbero sicuramente le piante a foglia variegata.
Molte specie di piante hanno la loro versione variegata anche se spesso è meno conosciuta perchè più rara e difficile da trovare in commercio.

Perchè alcune piante nascono con foglie variegate?

La maggior parte delle volte le striature derivano da mutazioni genetiche casuali e naturali.
La colorazione verde delle foglie proviene dalla clorofilla, può succedere che alcune cellule non producano questo colorante naturale creando macchie, strisce, zone bianche(in queste zone non avviene la fotosintesi)
Quando invece la striatura non è bianca ma rossa o rosa (Maranta, Tradescantia...), il colore è dovuto alla presenza delle antocianine, il più importante gruppo di pigmenti presenti nei vegetali.

Hanno bisogno di cure particolari?

Le piante da interno variegate più comuni come il Ficus elastica, la Schefflera, la Dracaena sono molto diffuse e si coltivano in modo identico a quelle non variegate, quelle più rare come la Monstera, la Begonia rex...hanno bisogno di maggiori attenzione e sono decisamente più delicate e sensibili.

Se quest’anno volessi crearti il tuo angolo di piante variegate come quello di @craigmilran o avessi voglia di iniziare la tua collezione personale, l’effetto è assicurato.
Ecco 10 suggerimenti di piante con cui iniziare:

via Pinterest: MONSTERA

via Pinterest: MONSTERA

via Pinterest: FICUS

via Pinterest: FICUS

Via Pinterest: CALATHEA

Via Pinterest: CALATHEA

Via Pinterest: SYNGONIUM

Via Pinterest: SYNGONIUM

Via Pinterest: CALADIUM

Via Pinterest: CALADIUM

Via Pinterest: MUSA/BANANO

Via Pinterest: MUSA/BANANO

Via Pinterest: POTHOS

Via Pinterest: POTHOS

Via Pinterest: HOY CARNOSA

Via Pinterest: HOY CARNOSA