Balcone: quali piante scegliere in base all’esposizione

Tutti i suggerimenti di Franacesco di Greenffink per scegliere le piante giuste per il tuo balcone in base alle diverse esposizioni.

In questo post troverai spunti e suggerimenti per scegliere le piante adatte per il tuo balcone o terrazzo.

Questo post è nato dalla collaborazione con il Garden Designer Francesco di Greenffink ed è la trascrizione leggermente modificata della diretta fatta insieme a lui su Instagram. Troverai i suoi preziosi consigli, per scegliere al meglio le piante per il tuo balcone e qualche segreto del mestiere sulla manutenzione da fare in ogni stagione dell’anno.

Premessa:

Per capire l’esposizione è fondamentale sapere dove si trova il nord. Per orientarti puoi utilizzare la app bussola sul cellulare e capire velocemente l’esposizione dei tuoi balconi.
Una cosa fondamentale, è verificare se ci sono muri che possono proiettare l’ombra. Può capitare, infatti, che a sud ci sia un muro o un palazzo che fa ombra e quindi avremo un’esposizione ombrosa, anziché soleggiata. Anche i muretti, seppure bassi, proiettano ombre.
È bene sapere che, durante l’anno, il sole cambia posizione: durante l’inverno è basso e quindi le ombre saranno più evidenti, in estate invece, si trova al massimo della sua altezza e avremo meno ombra rispetto alla stagione fredda. 
In sintesi, consideriamo uno spazio in ombra quando è a Nord e non riceve mail il sole, a mezz’ombra se c’è luce la mattina o al pomeriggio, sole pieno se è a sud e quindi riceve sole per gran parte della giornata.

Piante per balconi in ombra / esposti a Nord (che non ricevono mai il sole)

L’ombra piena è una condizione tipica dei balconi esposti a nord, dove il sole non batte mai, magari solo un’ora durante la giornata.

Alcune piante che possono funzionare bene in queste condizioni sono:

Aucuba
Hydrangea quercifolia
mughetti
alcune specie di Campanula
Ophiopogon
Hosta
Athyrium filix-femina (una felce)
Persicaria virginiana
Fatsia

Piante per balconi a mezz’ombra (che ricevono il sole o al mattino o al pomeriggio)

Le piante suggerite da Francesco per i balconi a mezz’ombra sono:

camelie primaverili o invernali,
peonie
Epimedium
Brunnera
Geranium (e non il Pelargonium),
Clematis
viole
Vinca minor come tappezzante sotto gli altri arbusti.

Piante per balconi a Sud (che ricevono il sole tutto il giorno o comunque nelle ore centrali della giornata)

rose
Iris
lavande
Loropetalum
Buddleja (arbusto delle farfalle)
gaure
spiree

Una pianta che Francesco adora e consiglia

Una pianta molto versatile è la Gillenia trifoliata. È una erbacea perenne originaria dell’America nord orientale e veniva utilizzata dai nativi americani come pianta medicinale. Quello che lo ha colpito di più di questa pianta è l’eleganza e la grazia che possiede. Tra maggio e Giugno compaiono bellissimi fiori stellati, che ricordano vagamente la Gaura lindheimeri. La Gillenia predilige posizioni a mezz’ombra in vaso e ha una sola fioritura, ma ineguagliabile. Le foglie sono trilobate (da cui prende il nome ‘trifoliata’), e in autunno si colorano di giallo e rosso. Non supera il metro di altezza e, se ha spazio tende ad allargarsi creando una bella macchia, senza diventare invasiva. È la tipica pianta che non ha bisogno di manutenzione, e non ha particolari esigenze. In autunno il fogliame si colora di arancio acceso prima di seccarsi. Può essere utilizzata anche in alcuni dry garden (giardini senza bisogno di acqua), anche in esposizioni più soleggiate in giardino.

La manutenzione base per il balcone in base alle stagioni

Primavera e autunno concimazione con concime naturale pellettato a lenta cessione per piante fiorite. (Per le acidofile controllare che sulla confezione ci sia scritto per “Piante Acidofile”). 
In estate è importante dedicarsi alle annaffiature costanti, è importante controllare il terreno con un bastone di legno da spiedo oppure una bacchetta cinese. Purtroppo negli ultimi anni anche durante l’inverno bisogna stare attenti che il terreno non secchi. 
La parte più laboriosa forse è quella di dover pulire il pavimento da foglie e fiori.
Durante l’anno, foglie e fiori che cadono, si possono triturare e mettere nelle fioriere (hanno un bordo di una decina di centimetri così non volano via) così da ridare alle piante ciò che hanno perso, migliorando il terreno e aiutandolo a non disperdere troppa acqua.

Hai voglia di metterti all’azione?

Se vuoi una mano per la progettazione del tuo terrazzo o giardino, il codice sconto per le consulenze di Francesco Greenffink è BOTTEGA10

Se invece vuoi acquistare le piante per i tuoi spazi esterni con lo stesso codice BOTTEGA10 hai lo sconto su tutte le piante di Yougardener


Il pollice nero
non esiste

Scegli il servizio giusto per te